Come possiamo aiutarti?
Come posso aiutarti oggi?

Caso Studio - Rifiuti

Riduzione del 60% dei fanghi inviati in discarica a Monterrey, Messico 

Nei pressi della città di Monterrey, in un’importante regione industriale nel nordest del Messico ai piedi della Sierra Madre Orientale, Smurfit Kappa è presente con una cartiera. Monterrey è considerata una delle città più sviluppate di tutto il Paese. Il rapido sviluppo industriale induce a porre un’attenzione ancora maggiore sugli aspetti ambientali e Smurfit Kappa ricerca costantemente nuove modalità per migliorare e contribuire positivamente a ridurre gli impatti ambientali nelle aree dove è presente.

Ricardo García, General Manager della cartiera, spiega come la cartiera abbia recentemente migliorato la gestione dei rifiuti: ‘Tutto è cominciato con una situazione ambientale che ci ha ispirato a ridurre ulteriormente i rifiuti da inviare in discarica. Ne abbiamo fatto una priorità massima e ci siamo impegnati a ricercare modalità più efficienti di gestione dei nostri rifiuti. Nel nostro caso i rifiuti sono costituiti prevalentemente da fanghi, così abbiamo cercato nuove modalità di miglioramento implementando un più efficiente sistema di drenaggio e di ritenzione.’

‘Abbiamo riscontrato che i fanghi primari generati dai nostri impianti di trattamento delle acque reflue potevano essere usati anche nel processo di produzione senza compromettere la nostra efficienza. Abbiamo effettuato investimenti che ci hanno consentito di usare i prodotti chimici in modo più efficiente per implementare un nuovo sistema di drenaggio, avviare la raccolta dei dati per l’analisi e dedicare tempo allo sviluppo. Abbiamo investito tre mesi nella ricerca, nella pianificazione e nell’implementazione del nuovo allestimento.’

Quali sono stati i principali colli di bottiglia del progetto? Ricardo: ‘Abbiamo iniziato l’ottimizzazione testando i fanghi della vasca di flottazione. La parte più difficile è stata trovare il delicato equilibrio che ci ha permesso di incorporare questi fanghi nel nostro sistema senza ridurre l’efficienza delle nostre macchine. Per recuperare tutti i fanghi dal nostro impianto di trattamento abbiamo anche dovuto effettuare una riconfigurazione dell’impianto di distribuzione. Ora i fanghi possono andare direttamente ad un idro-pulper. La nostra perseveranza è stata ripagata e siamo riusciti ad ottenere una riduzione del 60% dei fanghi inviati in discarica.’